Olio motore 5W30 o 5W40: differenze, quale scegliere

Olio motore 5W30 o 5W40? Una domanda, questa, che prima o poi ogni automobilista alle prese con il cambio dell’olio motore si pone. Quali sono le differenze tra questi due prodotti? Qual è quello giusto? Qual è il migliore? Prima di rispondere a questa domanda bisogna capire cosa significa quella sigla che indica il tipo di olio.

Olio motore 5W30 o 5W40: differenze

La sigla che vedete è l’indice SAE che indica la viscosità dell’olio motore, ma non è l’unica sigla importante da tenere in considerazione: ci sono anche gli indici API e ACEA che bisogna considerare quando si sceglie l’olio. Queste altre due sigle indicano quanto può resistere il prodotto a condizioni di lavoro variabili. Due oli con indici SAE diversi, ma approvati dalla stessa casa automobilistica, non è detto che siano intercambiabili. Per non sbagliare, sarebbe meglio scegliere quello consigliato nel libretto.

Olio motore 5W30 o 5W40: quale scegliere

Quando si sceglie l’olio motore non bisogna semplicemente e in modo arbitrario tra un Olio motore 5W30 o 5W40, ma bisogna considerare anche gli altri parametri in base alle specifiche del motore stesso.

Olio motore 5W30 o 5W40: cosa cambia a caldo

Ciò che bisogna ricordarsi è che se a freddo questi due prodotti sono “uguali”, a caldo le cose cambiano moltissimo perché cambia lo spessore del film oleoso con le alte temperature, quindi non sono intercambiabili senza una valutazione completa delle tolleranze progettuali, del carico del motore, delle temperature interne di funzionamento e delle emissioni dello scarico.

Insomma, roba da ingegneri meccanici che conoscono esattamente tutte le variabili in gioco. La cosa più semplice da fare è rispettare gli indici consigliati dal costruttore oppure rivolgersi a un’officina.

Olio motore 5W30 o 5W40

Potrebbe interessarti anche: