Acqua nel radiatore: distillata, di rubinetto o errore?

Il rabbocco con l'acqua è un'abitudine molto diffusa, ma non è la scelta migliore per il motore.

Si può mettere l’acqua nel radiatore? Sì, l’acqua normale. Questa è una domanda che si fanno moltissimi automobilisti, ma non è solo una domanda, è anche un’abitudine: in molti sono propensi a rabboccare il radiatore con l’acqua normale, ma non è sempre una buona idea, anzi non lo è mai. Vediamo perché.

Mettere acqua nel radiatore: sì o no?

Partiamo da una constatazione ovvia e banale: il liquido per il radiatore, quello pronto all’uso con l’antigelo, è la cosa migliore che si può mettere in una vaschetta di espansione. E’ appositamente formulato per i radiatori e per i motori: ha funzione refrigerante, antigelo e antiebollizione. Di conseguenza, mettere il liquido refrigerante corretto è sempre la scelta migliore.

L’acqua del rubinetto, con la quale sovente si fanno i rabbocchi, è la principale responsabile dei depositi di calcare e ruggine che con il tempo possono dare problemi alla guarnizione di testata, alla pompa dell’acqua e agli scambiatori di calore.

Le funzioni del liquido per il radiatore

Come si diceva poco sopra, il liquido refrigerante per il motore è già pronto all’uso e funziona perfettamente d’estate e d’inverno. Oltre ad essere anticongelante e antiebollizione, ha anche altre funzioni: antialghe, anticalcare, anticavitazione, antischiuma e poi lubrifica. Insomma, è il prodotto top per il motore.

Tutte queste funzioni però ci sono solo se il liquido ha la giusta concentrazione: se si fa un rabbocco con l’acqua del rubinetto, il liquido refrigerante viene diluito e con esso tutte le sue proprietà.

La risposta alla domanda

Ne consegue che non c’è un’acqua migliore da mettere nel radiatore semplicemente perché non bisogna mai mettere acqua normale o distillata: va sempre e solo usato il liquido refrigerante giusto.

 

Potrebbe interessarti anche: