Consumo eccessivo olio motore: cause principali e soluzioni

Il consumo anomalo dell'olio motore è un campanello di allarme da non sottovalutare. In questa guida ti spieghiamo quali sono i problemi comuni e quelli più rari.

Il consumo eccessivo olio motore è un problema diffuso, soprattutto se abbiamo di fronte un motore un po’ vecchiotto. La prima cosa che devi sapere è che questo è un problema che non devi assolutamente sottovalutare. Non spaventarti in modo eccessivo, non sempre le cause sono gravi, ma non prenderlo sotto gamba.

Articolo aggiornato il 22/04/2024 con nuove informazioni e miglioramento del testo.

Se la tua auto ha questo problema o sospetti che lo abbia, sei nel posto giusto. In questa guida ti spieghiamo quali sono le cause principali e le cause meno note di questo problema, ti diamo dei consigli utili e ti diamo delle soluzioni.

Il consumo dell’olio motore: quando è normale e quando non lo è?

Partiamo con il dire che, in termini generali, è normale che il motore consumi una certa quantità di olio. Un propulsore potente, con tanti giri motore, ne consuma di più di uno di piccola cilindrata. Tuttavia, in alcuni casi il consumo può diventare anomalo e mettere anche a rischio la stessa vita del motore.

Le cause del consumo eccessivo di olio infatti possono essere diverse e possono includere guarnizioni difettose, guasti ai segmenti dei pistoni, usura dei componenti del motore o perdite di olio. È importante diagnosticare e risolvere tempestivamente il problema del consumo eccessivo di olio per evitare danni al motore e garantire il corretto funzionamento del veicolo.

Come riconoscerlo?

Sospetti che la tua auto consumi molto olio, ma non ne sei sicuro? Ok, prima di parlare delle cause principale di questo problema, pensiamo a come riconoscerlo, cioè a individuare i sintomi principali. Questi sintomi sono essenzialmente tre:

  • il fumo dallo scarico;
  • il livello dell’olio basso;
  • odore di olio bruciato.

Uno dei segni più evidenti di un consumo eccessivo di olio è il fumo blu o grigio proveniente dallo scarico, soprattutto durante l’accensione del motore o durante l’accelerazione. Puoi verificare tu stesso accendendo l’auto e osservando cosa esce dallo scarico, puoi anche farti aiutare da un amico o un’amica.

Per quanto riguarda il livello dell’olio, basta fare un controllo: apri il cofano e misuralo con l’asticella in dotazione. Se è molto più basso rispetto al livello normale, significa che potrebbe esserci un consumo anomalo.

Per quanto riguarda l’odore di olio bruciato, si può percepire questo odore caratteristico all’interno dell’abitacolo o intorno al motore quando si verifica un consumo eccessivo di olio.

Vuoi saperne di più sull’olio motore? Leggi Olio motore: come scegliere quello giusto

Cause principali

Le cause principali del consumo anomalo di olio motore possono essere riassunte nel seguente elenco:

  • guarnizioni e anelli di tenuta usurati;
  • difetti nel sistema di ventilazione del carter;
  • usura dei segmenti del pistone;
  • guarnizioni difettose della testata;
  • usura guidavalvole;
  • filtro antiparticolato.

Guarnizioni e anelli di tenuta usurati

Uno dei problemi più comuni che causa un consumo anomalo di olio è l’usura delle guarnizioni e degli anelli di tenuta. Come ogni componente del motore, anche queste possono deteriorarsi nel tempo, consentendo all’olio di fuoriuscire e bruciare (e dunque di essere consumato in modo eccessivo). Questo tipo di usura può essere causata dall’uso normale del veicolo, dall’età stessa del veicolo o da una manutenzione inadeguata. A queste cause dobbiamo aggiungere: le temperature elevate e l’uso di lubrificanti di bassa qualità possono accelerare il consumo di queste componenti.

Come rimediare? Semplice: bisogna sostituire le guarnizioni e gli anelli di tenuta difettosi. Consigliamo vivamente di effettuare controlli regolari e di fare una manutenzione preventiva per evitare danni più gravi.

Difetti nel sistema di ventilazione del carter

Un’altra causa del consumo eccessivo olio motore è un qualsiasi difetto al carter. Il sistema di ventilazione del carter (o scatola) è responsabile della regolazione della pressione all’interno del motore termico. Se questo sistema è ostruito o difettoso, la pressione può aumentare, causando così a sua volta una perdita di olio attraverso guarnizioni e anelli di tenuta (che a questo punto inizieranno a funzionare male, a usurarsi, etc). Questo problema può essere causato da depositi di carbonio o dalla presenza di detriti nel sistema di ventilazione.

Per risolvere questa problematica è necessario in prima battuta controllare il sistema di ventilazione del carter, dopo di che bisogna pulirlo con regolarità. Se durante il controllo ci rendiamo conto che le ostruzioni hanno danneggiato delle componenti, è buona cosa sostituirle.

consumo eccessivo olio motore
Il consumo eccessivo dell’olio è un problema che non va sottovalutato

Usura dei segmenti del pistone

Tra le componenti che, usurandosi, possono produrre un consumo anomalo dell’olio ci sono i segmenti del pistone, altrimenti detti anche fasce elastiche. Queste fasce sono responsabili della tenuta tra il pistone e il cilindro. Se questi segmenti sono usurati o danneggiati, ci può essere un’eccessiva perdita di olio durante la combustione. Tre sono i fattori che possono causare questo tipo di problema:

  • l’usura normale del pezzo con il normale utilizzo;
  • accumulo di depositi;
  • utilizzo di carburanti di bassa qualità.

L’unica cosa da fare in questo caso è sostituire le fasce elastiche.

Guarnizioni difettose della testata

Le guarnizioni della testata hanno un ruolo importantissimo: sono responsabili infatti della tenuta tra il blocco del motore e la testata stessa, cioè sigillano i passaggi tra il blocco motore e la testa del cilindro permettendo all’olio e al liquido refrigerante di circolare nel motore senza perdite. Se queste guarnizioni sono danneggiate o deteriorate, possono verificarsi perdite di olio.

Le cause possono includere, oltre all’usura naturale, anche i cambiamenti termici eccessivi o una tensione eccessiva sui bulloni della testata. Come risolvere? Non c’è molto da fare: bisogna aprire la testata e sostituire la guarnizione. Come tutti sanno, si tratta di una procedura lunga e costosa.

Leggi anche Testata motore bruciata: cause, sintomi, riparazione

Usura guidavalvole

Questo problema è in genere causato da una scarsa lubrificazione oppure dall’uso costante di olio motore di bassa qualità. Capire se si ha questo problema non è difficile: bisogna lanciare l’auto a velocità sostenuta in seconda o terza e rilasciare il pedale dell’acceleratore. Se dal tubo di scappamento esce del fumo azzurrognolo, le guidavalvole hanno un gioco superiore a quello che dovrebbero avere ed è necessario andare dal meccanico.

Filtro antiparticolato

Questo non è un vero e proprio problema che “consuma” olio, ma i suoi effetti sono comunque negativi. Parliamo di motori diesel e di filtro antiparticolato. Cosa succede? Succede che le varie operazioni gestite dalla centralina per riscaldare correttamente questo filtro portano a un progressivo e inevitabile passaggio di gasolio incombusto attraverso la parete del cilindro verso la coppa dell’olio.

In parole povere, l’olio motore viene diluito con il gasolio e quando andiamo a misurarlo non lo troviamo diminuito, ma bensì aumentato. Questa diluizione è tollerata solo fino a una certa percentuale indicata dalla casa costruttrice: oltre questa percentuale si dovrà accendere una spia sul cruscotto. A quel punto bisogna sostituire l’olio motore.

Cause meno comuni

Ci sono poi le cause meno comuni, quelle che vengono prese in considerazione solo quando i problemi più comuni vengono esclusi. Sono principalmente cinque:

  1. filtri olio difettoso: se il filtro dell’olio è difettoso o non funziona correttamente, potrebbe consentire al lubrificante di fluire in eccesso nel motore, causando un consumo eccessivo di olio.
  2. sistema di ricircolo dei gas di scarico difettoso: un malfunzionamento nel sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR) potrebbe causare il ritorno di una quantità eccessiva di fumi di scarico nel sistema di aspirazione, contaminando l’olio e aumentando il suo consumo.
  3. Perdite di vuoto: perdite nel sistema di vuoto del motore possono influire sul funzionamento dei segmenti dei pistoni e dei cilindri, causando un consumo eccessivo di olio.
  4. sistema PCV difettoso: il sistema PCV (valvola di ventilazione positiva del carter) aiuta a gestire la pressione dei gas di scarico all’interno del motore. Un malfunzionamento di questo sistema può portare a una perdita di olio e a un aumento del consumo.
  5. difetti nell’albero a camme o nei tappeti delle valvole: problemi con l’albero a camme o con i tappeti delle valvole possono influenzare la distribuzione del lubrificante all’interno del motore, portando a un consumo eccessivo di olio.

Soluzioni

In questi casi, la cosa migliore da fare è rivolgersi a un meccanico. Senza conoscenze adeguate e senza attrezzi adatti, possiamo al massimo rabboccare l’olio motore.

Vota