Multa notificata dopo 90 giorni: è valida?

Le multe sono l'incubo di ogni automobilista, ma ci sono degli aspetti che molti non conoscono. Per esempio il termine dei 90 giorni.

multa notificata dopo 90 giorni

Le multe stradali sono una realtà con cui molti automobilisti devono fare i conti e, diciamolo, spesso sono un vero incubo, soprattutto se ci si addentra in Comuni sconosciuti. Tuttavia, esiste una tempistica precisa entro cui queste multe devono essere notificate al trasgressore. In questa guida, ti spiegheremo cosa si intende per multa notificata dopo 90 giorni, perché il termine dei 90 giorni è importante e quali sono le conseguenze di una notifica effettuata oltre questo periodo.

Perché i 90 giorni sono importanti?

In generale, secondo il Codice della Strada, una multa deve essere notificata entro 90 giorni dall’accertamento della violazione. Bisogna comunque sapere che esiste una proroga a fino 360 giorni per i residenti all’estero. Questo termine è cruciale poiché rappresenta il limite entro cui il trasgressore deve essere informato dell’infrazione commessa.

Casi particolari

Il termine dei 90 giorni è importante perché garantisce al trasgressore una notifica tempestiva e quindi la possibilità di difendersi o di pagare la sanzione nei tempi previsti. Non sempre però Tuttavia, ci sono circostanze particolari che possono influenzare la notifica delle multe:

  • Mancato aggiornamento dei dati: se il proprietario del veicolo dimostra di non essere in possesso del mezzo al momento della violazione, la notifica può essere rinnovata all’effettivo trasgressore entro 5 anni dalla violazione.
  • Notifica a soggetto estraneo: se la multa viene notificata per errore a un soggetto estraneo alla violazione, l’errore può essere segnalato entro 60 giorni e la notifica viene annullata.

multa notificata dopo 90 giorni

  • Assenza del destinatario: se la notifica avviene per posta e il destinatario è assente, la data di notifica è quella del ritiro dell’atto presso l’ufficio postale (entro 10 giorni dall’avviso). Se l’atto non viene ritirato, la notifica si considera comunque avvenuta dopo 10 giorni.
  • Notifica via PEC: per le notifiche via PEC, la data di notifica è quella di arrivo dell’email nella casella del destinatario, anche se non letta.

Leggi anche: Multa da pagare entro 5 giorni: sabato e domenica valgono?

Cosa accade se la notifica avviene dopo i 90 giorni?

Se la multa viene notificata dopo i termini previsti, il cittadino ha il diritto di presentare ricorso e non è obbligato al pagamento. Tuttavia, se la multa è valida, il pagamento deve avvenire entro i termini previsti, anche per beneficiare degli sconti eventualmente stabiliti dalla legge.

Speriamo che questa guida ti sia stata utile per comprendere meglio cosa significhi una multa notificata dopo i 90 giorni e quali siano le tue opzioni in caso di ricezione di una sanzione stradale oltre questo termine.

Vota