Guidare con la patente scaduta: cosa si rischia

Guidare con la patente scaduta comporta sanzioni più o meno gravi e non si è coperti in alcun modo da assicurazione.
Guidare con la patente scaduta

Quando ci si arrischia a guidare con la patente scaduta, è bene sapere che si potrebbe incorrere a sanzioni, ma non solamente. È possibile che ci sia il ritiro del veicolo, anche nel caso in cui non si sia verificato un incidente.

Guidare con la patente scaduta

In Italia, salvo questioni particolari, la patente deve essere rinnovata ogni 10 anni. Questo arco di tempo si riduce a cinque anni nel momento in cui il conducente supera i 50 anni, mentre se arriva a oltre 80 anni deve rifare la patente ogni 24 mesi.

Nel momento in cui scade la patente, questa non ha più validità in alcuno modo. Di conseguenza non è possibile guidare avendo la patente non più valida. Qualora le autorità dovessero trovare un automobilista con il documento per circolare scaduto, allora potrebbero esserci delle conseguenze che prevedono diversi tipi di sanzioni.
È quindi molto importante tenere sotto controllo la data della scadenza, per evitare di causare danni e dover pagare multe.
Se le condizioni psico-fisiche di un soggetto lo consentono, la patente può essere rinnovata tante volte.

image Guidare con la patente scaduta

Guidare con la patente scaduta: le sanzioni

Ecco quali sono le sanzioni per coloro che vengono “sorpresi” a circolare con una patente scaduta e non più valida.
Secondo il Codice della Strada, le multe per questa infrazione varia dai 160 euro ai 644. Come in ogni situazione, però, esistono delle eccezioni. È possibile fare ricorso solo se esiste un motivo reamente valido per cui si stava circolando senza avere una patente valida. In questo caso, comunque, la multa non viene annullata bensì il suo valore viene ridotto.
Oltre le sanzioni di tipo monetario, ve ne possono essere anche altre. Una di queste è il ritiro della patente.
Prima che questo avvenga, colui che è venuto meno alle norme del CdS, ha 10 giorni per eseguire il rinnovo. Deve obbligatoriamente presentarsi a visita medica, pagare la sanzione, i bollettini relativi alla nuova patente e solo così potrà riaverla. Qualora invece dovessero passare altri giorni oltre quelli prestabiliti, allora il documento per circolare su strada arriverà in Prefettura e i tempi per il rilascio saranno molto più lunghi.

Guidare con la patente scaduta e fare incidente

Qualora dovesse avvenire un sinistro e non la patente che si possiede non è valida, allora questo comporta un grave problema.
Sicuramente il trasgressore dovrà pagare una multa salata, vedrà la patente ritirata e l’assicurazione non si farà in alcuno modo carico dei danni che sono avvenuti.
Le cose si aggravano nel momento in cui anche il sinistro ha dei risvolti ancor più negativi, come la presenza di feriti più o meno gravi.