Auto elettriche a meno di 30.000 euro: quali sono?

Skoda-Citigo-e_iV
Skoda Citigo e-iV

Ultimamente le auto elettriche stanno avendo un grande successo nel mercato dell’automotive. Sempre più case automobilistiche, negli ultimi anni, stanno puntando sulle vetture a zero emissioni.
Questo grazie anche agli incentivi statali per la vendita di mezzi con propulsore elettrico e alle sempre più restringenti normative europee che puntano a sostenere e tutelare l’ambiente.

Se anche tu stai valutando l’idea di acquistare una EV, allora questa guida potrebbe interessarti.
Qui di seguito abbiamo infatti stilato una lista di alcuni modelli elettrici presenti sul mercato che hanno un prezzo inferiore ai 30 mila euro.

Ad oggi, sono le vetture che si possano acquistare a un valore molto basso. Se si tiene poi in conto di un’eventuale rottamazione o degli incentivi statali, poi, il prezzo potrebbe subire un’ulteriore ribasso. Vuoi scoprire quali sono i modelli economici a zero emissioni? Continua a leggere qui sotto!

Auto elettriche a meno di 30.000 euro: Fiat 500 elettrica

Una delle icone del mercato automotive italiano è lei, la Fiat 500. Così, non poteva non stare al passo con i tempi: a partire da quest’anno, il 2021, ha deciso di rinnovarsi ed evolversi, passando alla modalità a zero emissioni con la Nuova 500 Full Elctric.

Non cambia solo il motore, ma anche gli interni e il look esterno. Si trova o nella carrozzeria classica a tre porte, oppure in versione cabriolet. A partire da quest’anno, la si apprezza anche in versione 3+1. A seconda dall’allestimento scelto, il motore elettrico viene alimentato da una batteria da 23,7 o 42 kWh.

L’autonomia va dai 180 ai 330 chilometri.
Il prezzo, invece, varia dai 16.150 ai 26.150 euro se si include anche la rottamazione.

Fiat 500
Fiat 500

Auto elettriche a meno di 30.000 euro: Opel Corsa-e

L’Opel Corsa è il modello più famoso del brand tedesco: adesso si trova sul mercato anche in versione completamente elettrica, grazie alla versione Corsa-e. Si tratta, per di più, delle più importanti utilitarie a zero emissioni che si possano trovare in commercio.
Il motore è alimentato da una batteria potente 50 kWh e che consente di raggiungere 337 chilometri in autonomia.
La vettura ha 5 porte e un bagagliaio di capacità pari a 267 litri. Così, si adatta anche alle famiglie e a coloro che amano le gite fuori porta.
L’Opel Corsa-e a zero emissioni prevede 3 allestimenti: La Edition, Elegance e adesso anche la GS Line. Questa si caratterizza per dettagli sportivi, come ad esempio i cerchi in lega ampi 16 pollici o i sedili sportivi.

Il tettuccio è nero e il paraurti è in stile sportivo.
Per quanto riguarda i prezzi, la Opel Corsa-e ha un valore che va dai 31.300 euro. Se si tengono in conto gli eco-incentivi della Casa e l’eco-bonus legato alla rottamazione, allora si può benissimo scendere al di sotto dei 30 mila euro: si parla di cifre che si aggirano intorno ai 22.400 euro.

opel corsa elettrica color arancione
L’elettrico Opel che stupisce

Auto elettriche a meno di 30.000 euro: Smart EQ Fortwo

La Smart EQ Fortwo è una citycar elettrica ed economica. Ha subito un restyling l’anno scorso che l’ha vista profondamente modificata in ogni suo aspetto. Così, tutta la gamma Smart non solo ha un motore elettrico, ma è caratterizzata da un prezzo di listino inferiore ai 30 mila euro, un caso più unico che raro per le EV economiche.

Nella versione Fortwo, ci sono 2 posti a sedere e la lunghezza è di 2,700 cm: è perfetta per la città e per trovare parcheggio. Si adatta quindi al contesto urbano e a chi viaggio da solo o in coppia; sicuramente non è adatta per famiglie!

Il motore si alimenta grazie a una batteria da 18 kWh in grado di assicurare fino a 133 chilometri di autonomia. È vero, le dimensioni sono ridotte, ma il bagagliaio è comunque molto ampio. La sua capacità va dai 260 ai 350 litri con sedili reclinati.
Il suo prezzo di partenza è di 25.210 euro; nella versione cabrio, invece, raggiunge i 28.577 euro.

Auto elettriche a meno di 30.000 euro: Smart Fortfour

La Smart in versione Fortfour è un’alternativa alla EQ Fortwo per chi ha una famiglia e ha bisogno di più spazio nell’abitacolo. Questa vettura è più lunga di 80 centimetri e ha un passo di 249 centimetri.

È in grado di trasportare fino a quattro persone: le fila di dietro sono abbastanza larghe da far stare comodi due adulti. La meccanica è molto simile alla EQ Fortwo: il propulsore si trova tra le ruote di dietro e qui si trova anche la trazione. Il bagagliaio è un po’ piccolo, con i suoi 185 litri di capacità, ma, con i sedili reclinati, arriva fino a 975 litri.

Per quanto riguarda la guida, la Smart Fortfour è scattante e facile da usare in città; è adatta anche per viaggiare in autostrada, anche se però qui la precisione di guida viene meno.
La sua autonomia è di circa 140 chilometri e il suo prezzo di partenza è di 25.832 euro.

Smart-EQ_forfour

Auto elettriche a meno di 30.000 euro: Dacia Spring

La nuova Dacia Spring è un SUV a zero emissioni dalle dimensioni non troppo grandi. Il suo prezzo è estremamente concorrenziale rispetto le altre EV presenti sul mercato, soprattutto se si tengono in conto gli incentivi sia regionali che statali. L’auto rumena è la prima della casa di produzione automobilistica ed è nata in ottica del car sharing cittadino.

Le sue dimensioni raggiungono i 3.700 centimetri e il suo motore è potente 45 cavalli. L’autonomia raggiunge i 230 chilometri che, nel ciclo urbano, si trasformano in 305 km.
La Spring ha 4 posti a sedere ed è molto spaziosa all’interno. Il bagagliaio è funzionale e spazioso, con i suoi 270 litri senza i sedili reclinati.

Il prezzo di listino del SUV di casa rumena è di 19.900 euro che, grazie agli incentivi statali e alle agevolazioni per la rottamazione, può anche scendere fino ai 14.100 euro nell’allestimento di base, il Comfort. Per quello al top di gamma, invece, sono necessari altri 1.500 euro.

Il prezzo è così contenuto perché, nonostante il motore sia buono, gli interni sono rivestiti con materiali abbastanza spartani, quali le plastiche rigide e poco resistenti.

Dacia-Spring_Electric-2022-1024-06

Skoda Citigo e-iV

La casa di produzione Skoda vuol elettrificare la propria gamma al 25% entro il 2025. La prima auto completamente elettrica della Casa è la Citigo e-iV, una piccola citycar.

Si mette in moto grazie a un propulsore elettrico potente 83 cavalli e 210 Nm di coppia massima e da batterie a ioni di litio potenti 37 kWh: insieme sono in grado di garantire 260 chilometri di autonomia secondo il ciclo Wltp.

Per qual che riguarda la ricarica, i tempi per raggiungere l’80% della carica sono di un’ora. Questo grazie a un sistema da 40 kW.
Il prezzo di partenza della Citigo e-iV è di 22.300 euro con l’allestimento Ambition. La sua autonomia è di 350 chilometri ed è abbastanza spaziosa. Per lo Style bisogna spendere 23.700 euro e prevede sia i vetri oscurati che i sensori per il parcheggio. Si trovano di serie la connettività e i sistemi per l’assistenza alla guida.

Skoda-Citigo-e_iV
Skoda Citigo e-iV

Renault Zoe

La versione Zoe di Renault è una vettura che fa parte del segmento B ed è famosa, ormai, in tutta Europa. Si tratta di un’utilitaria a zero emissioni che prevede 5 porte e linee tondeggianti. Le sua dimensioni sono discrete, con una lunghezza di 4.080 centimetri e altezza di 1.560 cm.

L’abitacolo risulta essere leggermente rialzato: ciò permette di fare spazio per le batterie a ioni di litio con capacità pari a 52 kWh. L’autonomia riesce a raggiungere i 390 chilometri in ciclo Wltp.
Il propulsore elettrico prevede una potenza che varia dai 109 ai 136 cavalli. La Zoe, inoltre, è molto silenziosa e la sua guida è scattante e divertente. Quando si trova in concomitanza di pedoni, l’abitacolo emette dei suoni per avvisare.

L’abitacolo è spazioso e prevede cinque posti: anche se l’auto è “piena”, si riesce comunque a stare comodi senza troppi problemi. Il bagagliaio è anch’esso ampio, con uno spazio di 338 litri che arrivano a 1225 se si abbassano i sedili.
La Zoe si ricarica grazie alle colonnine pubbliche a corrente continua: ha bisogna di poco più di un’ora per raggiungere l’80% di carica.

Renault-Zoe
Renault Zoe

Renault Twingo Electric

La versione a zero emissioni della Twingo di Renault è molto simile alla versione endotermica che prevede un propulsore a benzina. Lo spazio degli interni resta praticamente lo stesso, così come le prestazioni della 0.9 litri turbo potente 95 cavalli e con il cambio automatico.
La lunghezza è di 3.600 centimetri e ha 5 porte con quattro posti a bordo.

La potenza è di 82 cavalli e un’autonomia pari a 190 chilometri; in città risulta essere di 270 chilometri. La ricarica è di un’ora e mezza.
Il bagagliaio ha una capacità pari a 219 litri.

Con i suoi 22.950 euro con IVA inclusa, la Renault Twingo in versione elettrica è, oggigiorno, la vettura a zero emissioni più economica di tutto il mercato automotive.

Si trova disponibile in tre versioni e si adatta anche ai neopatentati, grazie al propulsore da 60 kW. L’allestimento Zen, da 22.450 euro, presenta le seguenti componenti automatiche fin dalla versione di serie: fari, tergicristallo e il climatizzatore. Non mancano, poi, l’airbag, i sensori per il parcheggio posteriore e i retrovisori che si regolano elettricamente.

Si trova anche il sistema multimediale che supporta Apple CarPlay e Android Auto ed è ampio 7 pollici. Dal display per l’infotainment si regola la maggior parte delle funzionalità dell’abitacolo.

Renault-Twingo
Renault Twingo

Volkswagen e-Up!

La Volkswagen e-Up è nella lista della vetture da acquistare a meno di 30 mila euro. Si tratta dell’utilitaria che, rispetto la gamma delle elettriche del brand tedesco, è la più compatta e vanta di un rapporto tra qualità e prezzo molto interessante. Il suo valore di partenza è di 25.200 euro.

Ha cinque porte e il bagagliaio è ampio 250 litri: per vivere in città, è molto pratica!
Monta lo stesso propulsore delle versione Citigo e Mii, ma ha voluto raddoppiare la potenza delle batterie rispetto la precedente generazione. Così, adesso, si parla di una capacità pari a 37 kWh e un’autonomia ufficiale di 260 chilometri. La e-Up! vanta di tecnologie all’avanguardia di ultima generazione e prevede sia la telecamera posteriore che i sensori di parcheggio, il bluetooth e il controllo automatico per la velocità.
Si presta anche per i neopatentati in quanto il motore è potente 83 kWh.

Seat Mii

La versione Mii di Seat è una 5 porte, citycar, che somiglia in molti aspetti tecnici alla Citigo di Skoda e alla Up! di Volkswagen come, ad esempio il pianale e altre componenti. Dalle dimensioni compatte, è lunga 3.560 centimetri e si presta perfettamente per vivere all’interno del contesto urbano.

Anche se assomiglia alle versioni di Skoda e a quella del gruppo Volkswagen, è comunque in grado di farsi distinguere per le caratteristiche che le sono peculiari.

Il bagagliaio ha una capacità di 213 litri, per cui si presta perfettamente per le buste della spesa o a caricare bagagli per una vita cittadina. Gli interni sono spaziosi e molto comodi.

Le batterie che monta la Mii hanno una capacità di 37 kWh, mentre il motore garantisce una potenza di 83 cavalli e l’autonomia dichiarata è di 260 chilometri in ciclo combinato WLTP sia urbano che extraurbano. In città, l’autonomia è di 350 km.

Il prezzo di partenza è di 23.250 euro. Di listino, ci sono il climatizzatore, il Bluetooth, i sensori di parcheggio posteriori e il Media System, il controllo automatico della velocità e il docking station che serve per il supporto al dispositivo mobile di 5.5 pollici. In aggiunta, c’è l’ingresso USB.

Seat-Mii
Seat Mii

Peugeot iOn

Tra le auto più economiche e a zero emissioni che ci siano sul mercato c’è la Renault iOn. È stata creata insieme alla Citroen e alla Mitsubishi già nel 2010. la versione iOn è stata la prima vettura elettrica della casa di produzione francese.

Quest’auto è lunga 3.480 centimetri e larga 1.480 cm. La sua autonomia dichiarata, invece, raggiunge i 150 chilometri: diventa così perfetta per il contesto cittadino.

La vettura di casa Peugeot monta, al di sotto del pianale, un pacco di batterie agli ioni di litio. Il motore si trova invece in mezzo alle due ruote posteriori e riesce a sprigionare una potenza pari a 67 CV con coppia massima di 180 Nm. Interessante è anche l’accelerazione: si raggiungono i 50 km/h in poco meno di 6 secondi; la velocità massima dichiarata, invece, è di 130 km/h.

Se si collega la iOn a una presa domestica potente 220 volt, si può ricaricare al massimo la vettura nell’arco di 6 ore. Con le colonnine, invece, bastano solo 15 minuti.
Il prezzo di base della iOn è di 28.300 euro.

Se sei interessato leggi anche… Auto elettriche e il j+pilot

Auto elettriche a meno di 30.000 euro: bonus, incentivi e rottamazione

Fino ad ora abbiamo osservato tutte quelle vetture elettriche che costano meno di 30 mila euro d listino. Ci sono però alcune auto che sono economiche grazie a un’eventuale rottamazione e agli incentivi statali. Ma quali sono con esattezza? Vediamole insieme!

Mazda MX-30

Questo modello è un crossover a zero emissioni con la trazione anteriore. Le linee sono peculiari e la guida è agile e maneggevole, sicura e divertente insieme. L’autonomia, però, è ridotta e lo spazio dell’abitacolo non è al pari di altre vetture. Anche il bagagliaio ha dimensioni inferiori rispetto la media.
La batteria della MX-30 ha una capacità di 35,5 kWh: secondo la casa madre, questa basta per il target di riferimento dell’auto, ovvero coloro che circolano dentro il contesto urbano. In più, una batteria del genere verrà smaltita in maniera più ecologica rispetto ad altre più potenti.
La batteria agli ioni di litio ha una massa di 310 chili e si trova sul pianale. Avendo una capacità limitata, si ricarica rapidamente: passa dal 20 all’80% di carica nell’arco di 40 minuti.
Il suo prezzo di base è di 34.900 euro, ma riesce a sfruttare al massimo gli incentivi, facendo scendere il prezzo di 25 mila euro.

Mazda-CX-30

Peugeot e-208

La e-208, versione elettrica della piccola vettura francese, si fa notare grazie al suo look sprintoso e la guida divertente e dinamica. Il powertrain elettrico che monta, poi, consente di affrontare strade urbane ed extraurbane, senza grandi problemi di autonomia. A livello di meccanica, è simile alla Corsa-e di cui si può considerare la cugina: le loro prestazioni sono pressoché identiche e la loro autonomia raggiunge i 340 chilometri. Il bagagliaio è spazioso, con i suoi 309 litri.
Il suo prezzo di base è di 33.850 euro, ma se si opta per la rottamazione, si può arrivare ai 23.850 euro.

NUOVA PEUGEOT 308
Una nuova Peugeot 308: in arrivo nel 2022

Volkswagen ID.3

La ID.3 è lunga quasi come la Golf ma risulta essere più alta di 9 centimetri. Ha 5 posti in auto e 5 porte, con un bagagliaio la cui capacità è di 350 litri. Il motore ha capacità di 110 kWh e ha un pacco batterie di 45 kWh: insieme, sono in grado di garantire un’autonomia pari a 350 chilometri.
Gli interni sono comodi e spaziosi, e la vettura vanta un’ottima tenuta di strada. L’abitacolo non è troppo lussuoso ma garantisce tutto lo spazio necessario per passare un buon momento durante il tragitto.
Il prezzo di partenza è di 34.400 euro che diventano circa 24.400 euro se si rottama una vettura datata.

 

 

Clicca qui e leggi anche: Auto economiche a 20 mila euro: quali sono?