Auto elettriche: modelli, vantaggi, come funzionano

auto elettriche tesla

 Ecco poi Auto elettriche che stanno prendendo con grande entusiasmo, una crescente fetta di mercato nel comparto delle autovetture. Sono in molti a domandarsi quali siano i vantaggi e gli svantaggi di questa nuova forma di alimentazione energetica.

Di certo un punto a favore dell’innovativo sistema di alimentazione, lo si ritrova nella meccanica dei veicoli elettrici. Questa risulta essere a tutti gli effetti molto più semplice rispetto a quella delle autovetture cosiddette tradizionali.

È facile quindi andare ad individuare la totale mancanza delle componentistiche da andare a manutentare, ed eventualmente da sostituire. Filtri, candele, liquidi, iniettori e molto altro ancora, non dovranno essere pertanto più annoverati nelle manutenzioni ordinarie.

Ecco quindi il conseguente risparmio che ne deriva dall’acquisto e manutenzione di meno componenti, usuranti. Scatta quindi il primo importante vantaggio delle autovetture alimentate elettricamente.

Tutto ruota intorno alla batteria e alla sua ricarica

C’è da dire però che se il vantaggio delle auto elettriche sono diversi, lo svantaggio ad oggi è solo uno: l’uso della batteria. Ecco che il fulcro della nuova tecnologia innovativa del comparto delle automotive, gira attorno alla sua principale alimentazione. Al momento il difetto se proprio vogliamo andare a definirlo tale, è la sindrome da ricarica a cui si è soggetti nel momento in cui si debbono percorrere, distante importanti.

Quanto dura un motore elettrico

Altro dilemma che può impensierire gli automobilisti che decidano di comperare un’autovettura ad alimentazione elettrica, di certo è la durata del motore.  È stato stimato che la vita di un motore elettrico di norma risulti essere più longeva di quelli alimentati a benzina o diesel.

Alcune ipotesi azzardano addirittura che si possa arrivare fino a 650 mila chilometri. Ma anche nel caso in cui la sua durata dovesse essere inferiore a tale stima, sarebbe comunque un gran risultato in termini di risparmio, e di impatto ambientale.

Abbiamo stilato una lunga lista di nuove auto elettriche in arrivo nel 2022. In un scenario mondiale ove si parla sempre più di elettrificazione, il numero di modelli di auto elettriche non può far altro che crescere.

E’ ormai una prassi veder spuntare fuori  le case auto che comunicano quotidianamente i nuovi obiettivi in merito a nuove vetture EV.

Sul mercato, sono decine i modelli di auto  che si possono scegliere totalmente elettriche e nel 2022 il numero di modelli di auto elettriche disponibili non può far altro che aumentare.

I modelli che verranno lanciati nel 2022  spaziano tra SUV e crossover, che come ben sappiamo sono molto apprezzati dagli automobilisti.

Nel 2022 vedremo nascere nuove berline passare dal motore termico a un motore elettrico a emissioni zero inquinanti, oltre ad auto coupé e sportive EV.

Auto elettriche 2022: i modelli in arrivo

Abbiamo realizzato una lista di nuovi modelli di auto elettriche in arrivo nel 2022. Troviamo tra le case auto più impegnate a lanciare intensamente nuovi modelli di auto elettriche Mercedes e BMW. Non mancano però nella lista tutti gli altri marchi come Audi, Jeep e Hyundai. 

  • Alpine SUV elettrico: Il suo nome per esteso a quanto pare sarà Alpine GT X-Over. ecco quindi che avremo  il primo SUV completamente elettrico del marchio  che debutterà nel 2025. Le anticipazioni lo mostrano come uno strano Duster con gli ampi parafanghi, le luci montate sul tetto, e la parte posteriore concepita come una  conchiglia.
  • Audi 6 e-tron
  • Di seguito Audi Q6 e-tron
  • Troviamo Audi e-tron restyling
  • BMW i4: Il modello BMW i4 M50 lo troviamo essere concepito con cerchi da 19 pollici. La sua autonomia giunge fino a 434 km che scende a 365 kmnel caso in cui si vadano a preferire scelgono i cerchi più grandi da 20 pollici.
  • BMW i5
  • Ecco poi BMW iX
  • BMW iX1
  • Jeep Wrangler Magneto: La Jeep Magneto è una concept che di fatto potrebbe andare ad anticipare la prima Wrangler elettrica. In dotazione trova posto  una batteria da 70 kWh e 280 CV di potenza.
  • Hyundai Ioniq 5 N
  • Hyundai Ioniq 6
  • Maserati GranTurismo Folgore
  • Mercedes EQB
  •  Ecco poi Mercedes EQE
  • Mercedes EQE SUV
  • Mercedes EQS SUV
  • Nissan Ariya
  • Opel Rocks-e
  • Polestar 3
  • Polestar Precept
  • Porsche Macan
  • Renault Megane E-Tech
  • Rivian R1T
  • Rivian R1S
  • Skoda Enyaq Coupé
  • Smart SUV:  le dimensioni della nuova Smart #1 :misura 4.270 mm lunghezza x 1.822 mm larghezza x 1.636 mm altezza, con un passo di 2.750 mm. Il peso a vuoto è di 1.820 kg. I cerchi possono essere fino a 19 pollici. Il bagagliaio dispone di una capacità di 323-411 litr
  • Subaru Solterra
  • Tesla Cybertruck
  • Toyota bZ4X
  • Volkswagen ID.5
  • Volkswagen ID.Buzz: si rinnova un mto con linee d’avanguardia e tecnologia al passo con i tempi. Faremo la sua conoscenza il prossimo autunno del 2022. A partire  da 204 CV, batteria da 77 kWh e autonomia prevista 450 km
  • Volvo C40
  • Volvo SUV

Ad oggi si parla molto delle auto elettriche e delle notizie ufficiali che giungono da parte delle principali case automobilistiche sui nuovi modelli a zero emissioni. Alcune, addirittura, hanno già annunciato da tempo la loro volontà di elettrificare l’intera gamma auto.

Le recenti normative europee impongono sempre più limiti sulle emissioni di anidride carbonica prodotte dalle auto. In questa direzione si stanno muovendo anche i vari governi e regioni, con i diversi incentivi ed ecobonus per coloro che decidono di acquistare una vettura al 100% elettrica o comunque ibrida.

Vediamo nello specifico come funzionano le auto elettriche e analizziamo i vantaggi e svantaggi del possedere un mezzo del genere.

Audi elettriche: quali sono i modelli 2022

Sono diverse le novità proposte da Audi nel 2022.

Partendo da alcuni restyling al SUV e-tron, fino alla gamma 6 full elettrica.

Nel 2022 arriverà:

  • Audi 6 e-tron
  • Ecco poi Audi Q6 e-tron.

Da ricordare che Audi 6 e-tron potrebbe arrivare a partire dal mese di aprile, si presenta come la classica berlina che conosciamo ma a differenza delle versioni precedenti è una vettura a zero emissioni.  Questo modello è stato già anticipato nel corso del 2021 con alcuni concept che si sono visti in rete.

Audi Q6 e-tron è la versione SUV e a breve potrà arriverà anche in versione Sportback, si prevede inoltre l’immissione nel mercato anche della variante Audi Q6 e-tron RS da 600 CV.

BMW Elettriche: modelli 2022

Nel 2022 vedremo alcuni modelli di BMW molto popolari elettrificarsi, tra cui:

  • i4
  • i5
  • iX1

Queste tre versioni saranno auto che verranno interamente elettrificate sulla base delle Serie 4, Serie 5 e X1. Vedremo quindi apparire durante il corso dell’anno nuovi modelli di auto elettriche che già conosciamo sotto il punto di vista prettamente estetico,  si presume che questi modelli, i4, i5 e iX1 potrebbero subire dei restyling nel passaggio dal motore termico alla versione elettrica.

La vettura totalmente inedita di BMW sarà il modello iX, un SUV  di grosse dimensioni che dovrebbe avere le dimensioni dell’attuale X5 con una capienza interna parti alla X7, questo modello potremmo vederlo  apparire tra la primavera e l’estate.

Auto elettriche vantaggi e svantaggi

Ultimamente si parla molto degli Electric Vehicle: le più importanti case automobilistiche stanno già vendendo diversi modelli a zero emissioni da tanto tempo e, ad oggi, si trovano anche delle vetture elettriche e low cost, adatte per il grande pubblico.

Se certe case automobilistiche hanno già annunciato la loro volontà di rendere ecologiche fabbriche e autovetture, alcune sono nate, addirittura, per produrre unicamente delle auto 100% elettriche. È questo il caso della Tesla, con il CEO Elon Musk, società pioniera, nonché leader, del mercato delle EV.

La domanda che però in molti si stanno facendo è: qual è il funzionamento di una vettura elettrica? Quali sono i vantaggi reali di acquistarne una e, soprattutto, quanto si risparmia rispetto un mezzo alimentato da motore endotermico?
In questa guida andremo a chiarire tutti questi aspetti, per poter fare più chiarezza sull’argomento.

auto elettriche model s

 

Cosa sono le auto elettriche

Le vetture elettriche sono dei mezzi che, per circolare, si servono dell’elettricità. Non hanno quindi bisogno di sfruttare né la benzina, né altri tipi di combustibili fossili. La loro ricarica avviene grazie alle colonnine pubbliche oppure tramite la presa della rete domestica: i tempi variano a seconda della potenza erogata dalla corrente elettrica.

Cambia anche l’autonomia: questo fattore dipende dal tipo di modello auto che si acquista, dalla casa di produzione automobilistica e dalla capacità del pacco batterie. In genere, le società di auto dichiarano diversi tipi di autonomie che variano dai 200 ai 400 chilometri. Questo vale per tutte le vetture che sono dotate di batterie a litio.

Le generazioni più recenti di auto riescono a raggiungere anche autonomie pari a 600 chilometri. Con il tempo, infatti, le batterie si stanno evolvendo dal punto di vista delle tecnologie.

Auto elettriche: tutti i pro

Il primo importante vantaggio delle vetture elettriche è che queste non producono emissioni di anidride carbonica, salvaguardando così l’ambiente circostante. Così, acquistando un’auto 100% elettrica, si fa una scelta etica in quanto si contribuisce a ridurre i livelli di inquinamento e, allo stesso tempo, si può risparmiare sui costi legati al carburante.

Altri vantaggi delle EV sono riassumibili in quattro punti fondamentali.
Il primo è legato alla manutenzione, sia ordinaria che straordinaria: nelle vetture endotermiche questi sono dei costi importanti da dover affrontare periodicamente.

Nelle vetture elettriche, poi, si riducono sensibilmente i costi di ricarica, per non parlare del bollo auto: è prevista un’esenzione di 5 anni per chi possiede una EV. Ne giova anche la copertura assicurativa, che prevede uno sconto pari al 50%.

Con le vetture elettriche, è possibile inoltre accedere a tutte le zone a traffico limitato, le ZTL, e di poter sostare gratuitamente sulle strisce blu. Infine, se si decide di acquistare e installare una colonnina per la ricarica della batteria auto, si ha diritto a una detrazione fiscale.

Questi vantaggi fanno capire il perché le varie case automobilistiche e i player importanti del settori dell’energia elettrica vogliano puntare tutto su un futuro caratterizzato dalla mobilità elettrica.

Chi ha creduto fin dall’inizio in questo è stato Elon Musk e la sua società Tesla, che ha creato esclusivamente vetture 100% eco sostenibili.

Auto a zero emissioni: come funzionano?

Per quanto riguarda le prestazioni, il propulsore elettrico non solo ha le stesse prestazioni di quello endotermico, ma, talvolta, lo supera anche. Questo grazie anche alla coppia motrice che viene prodotta: ciò comporta a una maggiore accelerazione.

C’è da dire inoltre che il motore elettrico, dal punto di vista dell’efficienza energetica, si avvicina al 90%. questo dato si distacca di molto rispetto quello delle auto endotermiche a benzina o a diesel, che ha un consumo che varia dai 0,11 ai 0,23 kWh/km.

La disponibilità energetica attuale, però, non permette in questo momento di poter pensare a un futuro dove le vetture a zero emissioni siano in grado di sostituire del tutto i veicoli a combustione interna.

Per adesso, di fatti, la rete elettrica di tutta Europa sarebbe in grado di “alimentare” non più di 30 milioni di auto elettriche, aumentando la produzione del circa 3%.

Auto elettriche: i contro

Tra gli svantaggi delle vetture a zero emissioni ci sono i costi ancora troppo elevati dei listini. Altri contro sono legati, invece, alla situazione attuale non solo dell’Italia, ma anche del resto del mondo.

Per quanto riguarda la situazione ambientale, le vetture a zero emissioni sono un grande vantaggio nella maniera in cui vengano alimentate da una fonte di energia che sia rinnovabile.

È infatti vero che se da un lato il propulsore elettrico non produce nessun tipo di emissioni inquinanti, né vapore acqueo, dall’altra questo potrebbe non accadere. Nel senso che se l’energia che si utilizza per la ricarica delle batterie proviene direttamente dai combustibili fossili, non ci sarà nessun vantaggio per le emissioni di anidride carbonica. Ma non è finita qui.

L’Unione Europea ha creato un meccanismo per gli incentivi statali che, in realtà, potrebbe arrivare a peggiorare la situazione attuale. All’aumentare del 10% degli acquisti delle vetture elettriche, verrebbe stimolata la vendita delle auto endotermiche, che andrebbe ad aumentare di circa il 20% le emissioni di CO2 che inquinano e sono responsabili del cosiddetto effetto serra.

Come ricaricare la auto elettriche?

Quasi tutte le vetture a zero emissioni si mettono in moto grazie all’alimentazione che proviene da una o più batteria a ioni di litio. Queste necessitano di ricarica periodica che avviene attraverso la rete elettrica.

In città, negli ultimi tempi, si vede installato un numero sempre più alto di colonnine elettriche e punti di ricarica che servono proprio ad alimentare le batterie dei veicoli elettrici.

Ad oggi, in tutta Italia, ce ne sono 4.207 in un numero di postazioni pari a 2.108. Significa che ce n’è una per ogni 14.388 abitanti. Inoltre, laddove ci sono le stazioni di ricarica, è possibile trovare dei parcheggi appositi per tutti coloro che sono in possesso di auto a zero emissioni.

All’inizio della storia delle EV, questo tipo di modello di auto non aveva trovato grande fortuna. Il motivo è che gli accumulatori avevano un’autonomia molto scarsa e, per contro, i tempi per la ricarica erano abbastanza lunghi.

Ad oggi, invece, le case di produzione sono riuscite ad ottenere delle batterie di ultima generazione che siano in grado di garantire alte prestazioni su strada e, allo stesso tempo, dei tempi per la ricarica molto più brevi rispetto al passato.

Quanto costa un’auto elettrica?

Uno dei principali problemi delle vetture elettriche è il loro valore di mercato. Ancora, infatti, il loro prezzo resta abbastanza elevato, salvo alcuni casi rari. Questo perché le batterie sono ancora molto costose, così come l’assicurazione.

In media, durante l’anno, una vettura alimentata a benzina e che circola in Italia costa circa 667 euro. Per un’auto a diesel il costo è di circa 628 euro, ma per una vettura a zero emissioni il prezzo sale a 986 euro!

Per quanto riguarda, invece, il prezzo di listino delle vetture elettriche al 100%, il prezzo più basso si aggira intorno ai 20 mila euro, ma se si vogliono dei mezzi che siano avanzati dal punto di vista tecnologico e che abbiano elevate prestazioni su strada, il prezzo può raggiungere tranquillamente i 150 mila euro.