Toyota BZ Compact Suv: un approccio sostenibile

Un Suv compatto futuristico con tanta tecnologia e materiali ecosostenibili.

A Los Angeles si rivela la Toyota BZ Compact Suv: la concept car giapponese che anticipa il futuro della gamma Bz della casa automobilistica del Sol Levante. In California è in corso il Los Angeles Show 2022 e moltissime aziende del settore automotive stanno tirando fuori dal cilindro tutta una serie di novità riguardanti la mobilità elettrica perché questo Stato americano è uno dei più promettenti in questo segmento particolare.

Toyota BZ Compact Suv: il concetto

La nuova Bz è un Suv compatto progettato come veicolo full electric a batteria (Bev) con un approccio definito dalla casa madre “clean/vital”. L’obiettivo è stato quello di creare un’auto duale: minimalista come ci si aspetta da un Bev, ma proiettata nel futuro con un’estrema vitalità. E quindi da una parte materiali sostenibili a basso impatto, dall’altra prestazioni di livello alto e tecnologia all’avanguardia.

Toyota BZ Compact Suv: caratteristiche

Le linee esterne sono aerodinamiche ed esaltano il look molto futuristico. Sbalzi estremamente ridotti con le ruote il più possibile agli estremi dell’auto, impronta aggressiva e una sensazione di movimento perenne: il gruppo di lavoro che ha ideato il design della vettura ha concepito un look davvero dinamico e molto aggressivo.

La linea aerodinamica si nota soprattutto guardando questa concept car di lato: l’abitacolo risulta relativamente compatto rispetto alle dimensioni della vettura, donando al veicolo un aspetto agile, oltre che a una bassa resistenza all’aria.

Toyota BZ Compact Suv

Passiamo all’abitacolo dove regna un vero stile minimalista ed essenziale: finiture premium, un volante che ricorda molto vagamente quello di Kitt (Supercar), due schermi curvi sulla consolle (uno per il conducente, l’altro per infotainment), luci ambientali che fluttuano. I materiali usati sono eco sostenibili, riciclati e di origine vegetale.

E’ presente un assistente personale di bordo per far interagire i passeggeri con la vettura tramite input visivi o segnali auto.

L’idea è quella della mobilità del futuro con la neutralità carbonica, tecnologie molto avanzate e motori a emissioni zero. L’obiettivo della Toyota è di arrivare alla neutralità carbonica globale entro il 2050.

Potrebbe interessarti anche:

Vota