Salvini: revoca patente a chi abbandona gli animali

Nuove proposte sul tavolo per il Decreto Sicurezza

L’aggiornamento del Codice della Strada by Salvini potrebbe contenere alcune novità riguardante gli animali, in particolare quelli cosiddetti “da affezione” come cani o gatti.

La proposta di Salvini

Il ministro dei Trasporti ne ha parlato in Senato mentre rispondeva a una interrogazione della senatrice Micaela Biancofiore. Stando a quanto dichiarato da Salvini, governo e maggioranza stanno riflettendo se inserire alcune norme specifiche contro l’abbandono degli animali. L’idea è quella di legare l’abbondo degli animali su strada alla sicurezza stradale.

In sostanza, si potrebbe prevedere la revoca o la sospensione della patente per tutti coloro che abbandonano cani e gatti su strada, provocando un potenziale rischio all’incolumità degli altri utenti della strada. Pensate al caso classico: un cane abbandonato in una piazzola di sosta in autostrada, il cane che rincorre l’auto del suo ex padrone e altre due auto che per evitarlo si schiantano sul guardrail con conseguenti feriti.

Gli animali abbandonati possono provocare i seguenti problemi:

  • attraversamento improvviso
  • distrazione delle persone alla guida
  • incidenti di vario genere
  • pericolo per i pedoni
  • danneggiamento dei pericoli

Secondo le stime della LAV, Lega Anti Vivisezione, ogni anno in Italia vengono abbandonati circa 80.000 gatti e 50.000 cani.  L’80% di questi animali rischia di morire in un incidente stradale. Ricordiamo che l’abbandono è considerato dal nostro ordinamento un reato che viene punito con l’arresto fino a un anno oppure con una multa pari a 10.000 euro.

Le multe

L’altro argomento affrontato durante il question time ha riguardato le multe prese da turisti stranieri che noleggiano auto. Ebbene, quasi nessuno le paga. Salvini ha invitato il Parlamento a legiferare su questo punto.

 

Vota