Patente a punti: ecco tutto quello che devi sapere

Patente a punti, zero punti sulla patente e punti persi. Cosa fare se ci si trova in questa situazione e come funzionano i punti patente?

I punti della patente sono la bestia nera di ogni automobilista: non tanto per via della poca disciplina, quanto per doversi ricordare tutte le regole della nuova patente a punti. Ricapitoliamo, dunque, come funzionano i punti della patente, cosa bisogna fare se si perdono e cosa succede se si rimane a punti zero.

Come funziona la patente a punti?

A regolare il funzionamento della patente di guida a punti è l’articolo 126 bis del Codice della Strada. Quando una patente viene emesse, lo Stato attribuisce alla medesima un totale di 20 punti che possono essere decurtati a seconda dell’infrazione che viene commessa. Il legislatore non solo ha previsto delle sanzioni pecuniarie, ma ha deciso di prevedere questo sistema a punti per “punire” in maniera più incisiva le persone che proprio non riescono a essere disciplinate. Ecco perché è molto importante capire il meccanismo dei punti e sapere che a infrazioni gravi corrispondono tanti punti della patente decurtati fino a un massimo di 15 in una sola volta per più di una violazione.

Come si perdono i punti?

Come scritto poco sopra, si perdono i punti della patente quando commettiamo un’infrazione e tutto ciò viene verbalizzato. Le infrazioni vengono punite con una decurtazione da 1 a 10 punti a seconda della gravità. Per esempio, 1 punto della patente viene tolto se non utilizziamo nella maniera corretta i “dispositivi di illuminazione o segnalazione visiva” come le frecce direzionali o le luci di posizione. Il mancato rispetto della segnaletica stradale porta a una decurtazione di 2 punti. 5 punti vengono tolti se non si rispettano le precedenze. Le infrazioni più gravi prevedono decurtazioni più pesanti:

  • 10 punti per il superamento di 60 km/h dei limiti di velocità, circolare contromano nelle curve, retromarcia in autostrada, etc;
  • 8 punti per mancato rispetto della distanza di sicurezza che causi un incidente con lesioni gravi, mancato rispetto della precedenza ai pedoni, etc;
  • 6 punti della patente: superamento limite di velocità da 40 km/h in su ma non oltre i 60 km/h in più rispetto ai limiti; passaggio al semaforo rosso, saltare i segnali di Stop.

Per perdere i punti è necessario che l’infrazione venga rilevata da un rappresentante delle forze dell’ordine o da un telecamera opportunamente autorizzata all’uopo.

Come fare per recuperarli?

Ci sono due modi per recuperare i punti persi: attendere il recupero automatico per buona condotta, oppure seguire un corso di recupero per i punti patente organizzato da un’autoscuola. Se non siete a zero punti e volete attendere il recupero per buona condotta, sappiate che non bisogna compiere infrazioni nei due anni successivi.

Attenzione, però: molto dipende dal tipo di infrazione commessa. Per esempio, se avete commesso un’infrazione che vi è costata 5 punti e nei successivi 12 mesi fate altre due infrazioni da almeno 5 punti ciascuna, il legislatore ha previsto il ritiro della patente di guida. Insomma, il sistema è studiato per renderci tutti più consapevoli e ligi alle regole.

punti patente
Una patente dell’Unione Europea: anche l’Italia ha adottato lo stesso standard

Cosa posso fare se ho zero punti sulla patente?

Veniamo ora al caso più negativo: rimanere senza punti sulla patente. Sappiate che con zero punti la patente viene sospesa immediatamente e sottoposta a revisione. Cosa significa? Significa che, entro 30 giorni, il cittadino con zero punti dovrà rivedere l’idoneità alla guida, cioè rifare interamente l’esame per il suo conseguimento. Non solo dovrà rifare la parte pratica, ma dovrà rifare tutta la parte teorica con l’esame a quiz. In quei 30 giorni, il cittadino potrà ancora circolare, ma non dovrà ovviamente commettere altre infrazioni.

Durante tale periodo nel quale si versa nella condizione di punti patente esauriti, il conducente potrà circolare liberamente, cercando di evitare di commettere ulteriori infrazioni. Una volta revisionata la patente, a patto di superare gli esami, questa torna ad essere valida e tornano tutti insieme i 20 punti.

E se non ci si sottopone a revisione? La patente viene congelata, rimane sospesa e nelle mani dell’autorità finché il cittadino non rifà l’esame teorico e l’esame pratico. Quando ci si sottoporrà all’esame e questo non verrà superato, la patente viene revocata e distrutta. Bisognerà aspettare un anno per poter rifare l’esame.

Come sapere quanti punti ho sulla patente?

Nel caso abbiate qualche dubbio sui vostri punti patente, basterà registrarsi al Portale dell’automobilista e lì controllare il saldo. Se non volete usare il portale vi è il servizio automatico 848 782 78.

Vota