Nissan verso il taglio prezzi modelli elettrici: ecco come

Ecco la strategia Nissan: motori elettrici di nuova concezione

Nissan X-Trail

Nissan ha presentato una strategia che avrà effetti finali anche sui listini dei modelli elettrici che presenta sul mercato. E’ un approccio che ha come obiettivo la razionalizzazione e l’abbattimento dei costi grazie a un nuovo approccio per lo sviluppo dei propulsori elettrificati.

La strategia X-in-1

Con la strategia strategia X-in-1 la riduzione dei costi di produzione e sviluppo sarà ben del 30% rispetto ai costi del 2019. L’effetto finale sarà molto positivo per i clienti perché il costo dei modelli elettrificati Nissan sarà equiparato a quello dei modelli termici. Una vera rivoluzione. Questo renderà i modelli green ancora più attraenti e anche accessibili a una platea di automobilisti molto più grande in tutto il mondo a partire dal 2028.

Questo traguardo è possibile grazie ad alcune scelte precise. Intanto, a partire dal 2028, Nissan utilizzerà le batterie allo stato solido che costeranno la metà rispetto a quelle che oggi vengono usate. Non solo costano meno: si ricaricano anche in metà del tempo e questo renderà ancora più attrattive le auto elettriche.

Questa rivoluzione tratterà soprattutto i motori e-Power: motori elettrici senza spina che giovano di un motore termico che ricarica quando è necessario la batteria. Il motore elettrico muove infatti la vettura, con tutte le caratteristiche positive, mentre il termico interviene solo quando necessario per la ricarica.

Questi motori hanno molti aspetti positivi: sono silenziosi a ogni regime, hanno un’accelerazione brillante e possono adottare anche l’e-pedal (per accelerare e rallentare si usa un solo pedale), ma anche e-4orce (la trazione integrale con due motori elettrici).

I prototipi

Per portare avanti la rivoluzione, Nissan ha realizzato un prototipo di powetrain 100% elettrico che è stato chiamato 3-in-1 perché è composto essenzialmente tra elementi (motore, inverter e riduttore). Poi ecco un altro prototipo denominato 5-in-1 composto da ben cinque elementi: vale a dire inverter, motore, riduttore, generatore e moltiplicatore.

Questa strategia costruttiva e di sviluppo ha i seguenti vantaggi:

  • motori di nuova concezione che usano meno terre rare;
  • maggiore efficienza;
  • utilizzo della stessa linea di produzione;
  • motori più leggeri e meno ingombranti e dunque meno consumi e meno rumore.

“Grazie all’esperienza e al know-how acquisiti in oltre un decennio nello sviluppo e nella produzione di tecnologie di elettrificazione, continueremo ad offrire ai nostri clienti prodotti innovativi e di qualità, favorendo la diffusione della mobilità elettrica e dei modelli e-POWER”, ha affermato Toshihiro Hirai, Senior Vice President, responsabile dello sviluppo ingegneristico dei propulsori elettrici e degli EV.

Accanto a questi due motori, Nissan prevede l’immissione sul mercato di 27 nuovi modelli elettrificati (19 elettrici) entro il 2030.

Vota