Marchi premium: quali sono i migliori?

I migliori marchi tangono in conto di determinate specifiche legate a prezzo e consumi. Le migliori quattro sono: Toyota, Mercedes, BMW, Honda.
marchi premium toyota

In questo articolo parleremo di quali risultano essere i migliori marchi premium di automobili presenti ad oggi sul mercato. Innanzitutto, bisogna dire che, per stilare questa lista è necessario fare riferimento ad alcuni componenti.
Il primo di questi che è in grado di determinare la qualità delle vetture è strettamente collegato con il luogo di provenienza delle stesse.

Le prestazioni più alte, infatti, le hanno le macchine delle case di produzione tedesca, giapponese, statunitense. In secondo luogo ci sono i marchi provenienti da Francia, Inghilterra e Italia.
Per la valutazione deli marchi premium è molto importante tenere in conto non solo del luogo di provenienza, ma anche del prezzo e dei modelli proposti dalle varie società automobilistiche.

Il ragionamento che viene mandato avanti da tanti dei produttori è quello di puntare su versioni di auto che abbiano delle caratteristiche particolari. Ad esempio, c’è chi punta sulla tecnologia, chi sulla sicurezza o ancora sulla riduzione di emissioni di polveri sottili. Tutte queste caratteristiche di punta serviranno poi per aumentare le vendite della vettura sul mercato globale.

Per una questione di sintesi, di seguito sono riportati i 4 marchi premium ritenuti i più efficienti e funzionali nella classifica del 2020.
Si tratta delle seguenti marche: Toyota, Mercedes, BMW e Honda.

marchi premium toyota

Marchi premium: TOYOTA

La prima in vetta alle classifiche è la multinazionale automobilistica Toyota Motor Corporation. Questa ha sede nell’omonima città giapponese. La peculiarità di questo centro urbano è che il suo nome è stato cambiato da Koromo a quello attuale, proprio grazie al centro di produzione di auto. Ad oggi è stato trasformato in un vero e proprio luogo dedicato ai lavoratori che si occupano di sviluppo di tecnologie, intelligenza artificiale e nuove componenti di veicoli di ultima avanguardia.

Non c’è dunque da stupirsi se la Toyota sia dunque al primo posto nella nostra classifica.

Secondo la classifica Best Global Brand 2020 la società nipponica si posiziona al primo posto rispetto le sue concorrenti, superando la Volkswagen.
Fondata nel 1937, produce veicoli insieme a 5 marchi differenti: Toyota, Daihatsu, Ranz, Hino, Lexus. Collabora anche con Mazda, Subaru Corporation, Isuzu.
Ad oggi ha sedi sparse in tutto il mondo ed è il marchio di riferimento per il mercato di produzione automobilistica.
Si basa sul principio denominato Toyota Production System, ovvero la filosofia alla base del funzionamento di questa società.
L’idea alla base del TPS è di “fare il più possibile con meno”, ovvero cercare di sfruttare al massimo ogni minima risorsa disponibile. Questo concetto si discosta dall’idea di produzione di mass portata avanti dal sistema occidentale. Alla produzione “di massa” viene sostituita una “produzione snella”.

Marchi premium: Mercedes

Mercedes-Benz è un marchio con sede principale a Stoccarda, in Germania, e vede la sua nascita nel 1926 grazie alla fusione dei marchi di Daimler-Motoren-Gesellschaft insieme a Benz.

Questo marchio è conosciuto principalmente per la produzione di automobili di lusso, ma non solo. Il marchio di casa tedesca si occupa anche della realizzazione di camion e furgoni, ambulanze, pullman e autobus. Vende quindi sia veicoli leggeri che pesanti e ha sedi che sono sparse in tutto il mondo.
Il suo motto è “The best or nothing” (“Il migliore, oppure niente”). E, fino ad, ora, non ha mai deluso le aspettative della sua frase cavallo di battaglia.

BMW

Bayerische Motoren Werke AG, dal noto acronimo BMW, significa appunto “fabbrica bavarese di motori”.
Si tratta, anche in questo caso, di una società multinazionale di origine tedesca che si occupa di produrre sia  moto che automobili. Nasce nel 1916 con lo scopo di creare motori per aeroplani, ma si rivoluziona nel tempo, migliorando sempre più le sue prestazioni.
Ecco che, meno di un secolo dopo, riesce a posizionarsi al terzo posto tra i marchi premium al mondo. Oggi conosciamo la BMW come una casa di produzione di auto di lusso e non delude mai per la sua alta qualità e sicurezza.
La sua sede è a Monaco, in Germania. Oggi produce automobili che rivende in tutto il mondo. Ha numerose altre sedi distaccate negli USA, in Messico, Brasile, India, Sudafrica e nel Regno Unito.

Honda

La Honda Motor Company, Ltd. si occupa di produrre non solo automobili e motociclette, ma anche apparecchiature elettriche.
Ha sede in Giappone ed è considerata, per l’appunto, una selle società più importanti al mondo. Nasce come produttrice di pneumatici e continua con le motociclette.
Negli anni Sessanta inizia la sua produzione di automobili con obiettivi molto ambiziosi. Agli esordi, la Honda si rivolge esclusivamente al mercato nipponico, ma dopo alcuni anni riesce ad attirare l’attenzione dei mercati americano ed europeo.
L’Honda 1300 è stata la prima berlina a 4 porte della casa di produzione giapponese. L’alimentazione era a benzina, 4 cilindri, raffreddamento ad aria (1969).
Nel 1972 nasce la versione Civic, berlina a due porte dal largo successo nel mercato automobilistico. Era però già stata costruita la versione N360 con le stesse specifiche di design.