Leclerc eliminato in Q1 a Barcellona: “La macchina non è a posto”

Leclerc alle prese con enigmatici problemi alla sua Ferrari durante le qualifiche del Gran Premio di Spagna, mentre Sainz si lancia con determinazione conquistando una solida seconda posizione alle spalle di Max Verstappen.

Leclerc nelle qualifiche del GP Spagna 2023
Leclerc nelle qualifiche del GP Spagna 2023

Charles Leclerc ha avvertito “qualcosa di strano” nella sua Ferrari durante le qualifiche del GP Spagna di F1. I problemi accusati dal ferrarista hanno portato all’eliminazione in Q1. Il pilota monegasco ha terminato al 19° posto, ma potrebbe partire dal fondo dello schieramento o addirittura dalla corsia dei box se la Scuderia deciderà di apportare cambiamenti alla power unit.

Spiegando il motivo delle sue prestazioni deludenti, Leclerc ha rivelato un problema piuttosto particolare: “Al momento non ho la risposta. L’unica cosa che posso dire è che le curve a sinistra erano impossibili da fare”, ha dichiarato a Sky Sports. “Nelle curve a destra le sensazioni erano molto simili a stamattina, ma c’è qualcosa di strano nelle curve a sinistra che dobbiamo analizzare e capire perché la prestazione era molto lontana da ciò che mi aspettavo.”

La Ferrari ha portato a Barcellona una serie di nuovi aggiornamenti, tra cui una modifica al design delle pance laterali che il team boss Frederic Vasseur ha descritto come l’inizio di un nuovo percorso di sviluppo. Sebbene non ci siano indicazioni che il problema di Leclerc possa essere collegato a ciò, è quasi certo che verrà individuato un problema tecnico.

“Pensavo che fossero le gomme del primo set, ma poi siamo passati al secondo treno di gomme e la sensazione era esattamente la stessa” ha aggiunto Leclerc. “Non avevo assolutamente aderenza nelle curve a sinistra al retrotreno, quindi controlleremo bene la vettura e sarei molto sorpreso se tutto fosse a posto. Ho avuto così tanti problemi e anche durante la prima bandiera rossa, ho rischiato di perdere il controllo e finire nella ghiaia nella curva a sinistra ed è stato davvero un comportamento molto strano, quindi dovremo controllare la vettura. Anche nelle condizioni difficili di stamattina mi sentivo davvero bene con la macchina. Quindi c’è qualcosa che non va.”

Leclerc sul fondo della griglia, Sainz in prima fila

La buona notizia per la Ferrari è che Carlos Sainz partirà in seconda posizione sulla griglia accanto al poleman Max Verstappen. Lo spagnolo ha dichiarato di aver dato tutto quello che aveva nelle qualifiche di oggi per il Gran Premio di Spagna e che il secondo posto in griglia dietro a Max Verstappen era il massimo che potesse ottenere.

“È stata probabilmente la qualifica più difficile che abbia mai disputato qui a Barcellona in termini di condizioni”, ha detto il pilota della Ferrari dopo la sessione.

“Anche passare senza problemi la Q1 e la Q2 con un buon giro è stata dura, e poi con un solo set in Q3”, ha aggiunto. “Ma ce l’abbiamo fatta!”

Sainz ha ricevuto un grande applauso dai tifosi spagnoli quando è rientrato al parco chiuso, avendo superato Lando Norris della McLaren, Esteban Ocon dell’Alpine e Lewis Hamilton della Mercedes nel suo ultimo giro.

“È stato molto difficile, condizioni molto complesse”, ha ammesso Sainz. “È stata una lotta molto equilibrata con McLaren, Alpine e Mercedes. Eravamo tutti nello stesso gruppo questo weekend. Sento di aver guidato molto bene: è sempre una questione di un decimo qui, un decimo lì, ma non ho lasciato nulla in sospeso”, ha commentato. “Ho spinto al massimo.”

“Il secondo posto è il massimo che potevamo ottenere”, ha aggiunto. “Siamo nella migliore posizione possibile per domani e ora possiamo concentrarci nel cercare di ottenere il podio.”

È il suo miglior risultato nelle qualifiche della stagione 2023 di F1 e gli offre un’ottima opportunità per conquistare il suo primo podio dell’anno, l’ultimo è stato in Brasile nel 2022. Tuttavia, Sainz ritiene ancora difficile impedire al compagno di squadra di Verstappen, Sergio Perez, di risalire dall’11º posto in griglia e competere per il secondo posto domani.

“Credo che non appena tornerò dagli ingegneri, mi diranno che la simulazione suggerisce che le Red Bull dovrebbero comunque finire davanti a noi”, ha sospirato.

Sainz prevede che si troverà a lottare per il terzo posto sul podio con Norris, Hamilton e Ocon: “Penso ancora che sarà una sfida difficile per il podio domani”, ha ammesso. “Ci siamo messi nella migliore posizione possibile per raggiungerlo, ma penso ancora che sarà una bella lotta per me domani.”

Nonostante abbia affermato che il secondo posto fosse il miglior inizio possibile, ha ammesso che sarebbe stato quasi contento di scendere al terzo posto e partire dal lato pulito della pista.

“Non mi sarebbe dispiaciuto se Lewis o Lando mi avessero battuto in qualifica perché qui il lato pulito è leggermente migliore per la partenza”, ha detto. “Allo stesso tempo, dipende anche dalla scia e da quanto sei fortunato se riesci a ottenere una scia o a trovare uno spazio verso la curva 1. Ovviamente proverò a dare tutto nella curva 1 e a cercare il podio, e se Max fa qualcosa di strano, ottenere una vittoria.”