La calandra: cos’è, a cosa serve e com’è fatta?

La calandra: una delle parti che definisce l'identità dell'auto e del brand automobilistico. Cosa è, com'è fatta e a cosa serve.

Alzi la mano chi si è chiesto cos’è la calandra almeno una volta nella vita: anche se siamo tutti automobilisti, la maggior parte di noi non conosce tutte le parti dell’automobile, anche se siamo certamente in grado di rabboccare i fluidi e sostituire le lampadine fulminate dei gruppi ottici di vecchia concezione. Oggi rispondiamo proprio a questa domanda.

Cos’è la calandra?

Parliamo di una parte dell’auto, forse quella più distintiva di ogni modello: si tratta della prosecuzione verticale del cofano anteriore. Insomma, detto “volgarmente”, parliamo del “muso” della nostra auto dove vengono posizionati i gruppi ottici con i fanali, le mascherine, il logo della casa automobilistica, le prese d’aria, eventuali cromature, la targa ed eventuali fendinebbia anteriori. Anche il paraurti ne fa parte. La calandra raccorda l’area del motore con quella del semiasse. Ha una funzione estetica (è qua che le cause automobilistiche si sbizzarriscono maggiormente definendo la propria identità) e una funzione “materiale” perché copre il radiatore.

A cosa serve la calandra?

Come già detto in precedenza, la calandra è una parte fondamentale dell’auto. Definisce, con il suo design, l’identità estetica del modello e quindi della casa automobilistica. E’ come un’impronta digitale: solo osservando la calandra, senza neanche guardare il logo, possiamo dire qual è il modello e di quale casa automobilistica stiamo parlando. Per esempio, le case automobilistiche tedesche Audi, Bmw e Mercedes hanno delle calandre impossibili da confondere. Il loro stile, anche con qualche cambiamento, viene riprodotto su tutti i modelli e ciò rende riconoscibile il marchio. Altre case automobilistiche, invece, adottano un sistema contrario: i loro modelli sono talmente differenti l’uno dall’altro che non possono avere uno “stile calandra unico”, ma ogni modello avrà la sua calandra specifica, anch’essa estremamente riconoscibile: si pensi per esempio alla Fiat, alla Citroen e alla Ds. L’altra funzione della calandra è protettiva: copre il motore e il radiatore, ma fa anche passare l’aria.

Com’è fatta la calandra?

I suoi elementi sono i componenti della parte frontale dell’auto: la parte finale del cofano, i gruppi ottici, il paraurti, la griglia, le prese d’aria, i fendinebbia.

calandra

Vota