Gomme 4 stagioni: cosa sono, vantaggi e svantaggi

Gomme 4 stagioni: ecco a chi convengono davvero.

Gomme 4 stagioni, una tentazione per molti automobilisti (soprattutto per quelli più pigri che proprio non hanno alcuna voglia di recarsi dal gommista solo per fare il cambio-gomme a ogni passaggio di stagione). Perché sono così comode e quali sono i vantaggi? E gli svantaggi quali possono essere? Scopriamolo insieme.

Gomme 4 stagioni: quali sono le caratteristiche?

Come detto in apertura, le gomme 4 stagioni sono quel tipo di pneumatico che può essere usato in qualsiasi stagione: dall’estate all’inverno e viceversa. Questo è possibile a causa delle sue caratteristiche che le rendono adatte a ogni tipo di condizione: pioggia, sole, ghiaccio e neve. Come si riesce a ottenere questo effetto? Con le mescole di produzione: una gomma four season è un pneumatico a metà strada tra quello estivo e quello invernale. Se vogliamo andare nel dettaglio, la mescola di un pneumatico quattro stagioni contiene più silicio: l’effetto è rendere più morbida la gomma a temperatura più bassa.

Pneumatici quattro stagioni: come sono fatti?

Le differenze tra le gomme tradizionali da cambiare a seconda della stagione e quelle four season non si limitano alla mescola, ma investono anche la struttura stessa dello pneumatico:

  • ha più “lamelle” rispetto alle gomme invernali e alle gomme estive, ma anche i suoi “canali” sono molto più marcati per rendere più agevole il deflusso dell’acqua;
  • il suo design è più elaborato;
  • battistrada più profondo che aumenta la tenuta di strada.

Gomme 4 stagioni

Gomme 4 stagioni: vantaggi e svantaggi

La ricerca tecnologica ha ovviamente migliorato, di molto, le prestazioni di queste gomme, ma per avere prestazioni ottimali bisogna acquistare gomme di alta qualità. Se si acquista al “risparmio”, non bisogna aspettarsi le prestazione di una gomma specifica per l’inverno o l’estate, soprattutto nelle condizioni un po’ fuori dalla media. Ora vediamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi.

Vantaggi delle gomme 4 stagioni:

  • sono una buona soluzione se fate pochi chilometri all’anno e non frequentate zone di montagna dove si potrebbero presentare situazioni estreme;
  • ogni anno si risparmia nei costi di gestione;
  • buona aderenza sugli sterrati;
  • risparmio rispetto ai doppi treni di gomme con relativo cerchio (perché anche le gomme inutilizzate invecchiano);
  • consumi di carburante equilibrati;
  • si evitano le sanzioni per le gomme non adatte alla stagione;
  • buon comfort alla guida.

Ecco, invece, gli svantaggi degli pneumatici four season:

  • multa salata se l’indice di velocità indicato sulla carta di circolazione non corrisponde al codice M+S riportato sulle gomme;
  • questo tipo di pneumatici tende a cristallizzarsi, perdendo così le sue caratteristiche e questo accade anche se si fanno pochi chilometri;
  • se le temperature sono molto rigide, questi pneumatici potrebbero non garantire buone prestazioni;
  • se prendiamo in considerazione i fondi asciutti, le gomme all season potrebbero consumarsi più velocemente e potrebbero avere un’aderenza minore.

Pneumatici all season: indice di velocità

Quando scegliere una gomma quattro stagioni dovete prestare molta attenzione al codice di velocità ad esso assegnato. Se il codice di velocità delle gomme che avete scelto è inferiore a quello riportato nella carta di circolazione, potete usare quel treno di gomme solo dal 15 ottobre al 15 maggio. Invece, se tale codice è pari o superiore, le potete usare tutto l’anno. Lo ha stabilito nel 2014 il Ministero dei Trasporti. Se violate queste norme vi aspetta una multa salata e il ritiro del libretto.

Gomme quattro stagioni: conclusioni

Alla luce di quanto scritto, possiamo dire che le gomme 4 stagioni convengono certamente se si percorrono pochi chilometri all’anno (intorno ai 10/15 mila) e se non abitate in zone particolarmente fredde o particolarmente calde. Se volete andare sul sicuro, invece, montate pneumatici invernali e gomme estive nei periodi giusti.

Vota