Foglio rosa: cos’è, come si usa, normativa

Tutto quello che c'è da sapere su questo documento

foglio rosa

Hai quasi 18 anni e desideri prendere la patente? La prima cosa che devi fare è ottenere il foglio rosa: un documento che è anche definito come “Autorizzazione per esercitarsi alla guida”. Ecco la guida che ti spiega cosa è e come si usa.

Cos’è?

Il termine “foglio rosa” si riferisce comunemente al permesso di guida provvisorio o alla licenza di apprendimento necessaria per guidare un veicolo per la prima volta. Questo documento è emesso alle persone che hanno superato l’esame teorico per ottenere la patente e che sono in attesa di sostenere l’esame pratico di guida.

Il foglio rosa viene rilasciato dalle autorità competenti, come le agenzie di motorizzazione civile, e ha lo scopo di consentire ai nuovi conducenti di acquisire esperienza pratica alla guida sotto la supervisione di un conducente esperto, spesso un istruttore di guida o un familiare che soddisfa determinati requisiti.

Solitamente, il foglio rosa ha una validità limitata nel tempo, durante la quale il nuovo conducente deve completare un certo numero di ore di guida e acquisire una buona padronanza delle norme stradali e delle competenze di guida necessarie per superare l’esame pratico di guida. Una volta completato con successo l’esame pratico, il foglio rosa viene sostituito dalla patente di guida definitiva, che autorizza il conducente a guidare autonomamente senza la supervisione di un conducente esperto.

Il foglio rosa, dunque, è un documento che consente di guidare un veicolo a motore, in deroga all’obbligo di possesso della patente di guida, durante il periodo di apprendistato. Le guide con l’istruttore abilitato sono sicuramente un ottimo mezzo per imparare a guidare, ma spesso c’è bisogno di esercitarsi di più e con il foglio rosa si risparmiano i soldi delle guide.

In Italia, questo documento ha una validità di 6 mesi. Durante questo periodo è possibile esercitarsi alla guida di un veicolo a motore, purché sia presente al fianco un conducente esperto, in possesso della patente di guida per la stessa categoria del veicolo che si sta guidando, da almeno 10 anni e con età non superiore a 65 anni.

Obblighi e limiti

Usare questo documento non significa solo potersi esercitare con un’auto, ma anche conoscere obblighi e limiti imposti dalla legge.

Durante la guida con tale documento, è necessario apporre sul veicolo un contrassegno con la lettera “P”. In Italia è nero su fondo bianco. È inoltre necessario avere sempre con sé il foglio rosa e la patente di guida del conducente esperto che accompagna il principiante nelle sue esercitazioni. Non si può, infatti, usare l’auto da soli.

Poi ci sono i limiti, molto chiari. Con il foglio rosa non è possibile guidare in autostrada, su strade extraurbane principali e su strade superstradali. È inoltre vietato guidare veicoli con potenza superiore a 95 CV.

Come si ottiene il foglio rosa?

Il foglio rosa si ottiene superando l’esame teorico della patente di guida. L’esame teorico consiste in un quiz di 40 domande a risposta multipla su argomenti come la segnaletica stradale, le norme di comportamento alla guida e la meccanica dei veicoli. Per superare l’esame è necessario rispondere correttamente ad almeno 36 domande.

 

Potrebbe interessarti anche:

Vota