FlixBus e il futuro a idrogeno verde

FlixBus e il futuro a idrogeno verde

Oggi parliamo di un argomento che coinvolge il settore dei trasporti pubblici: Flixbus e il futuro a idrogeno verde.
Entro il 2024, grazie al progetto HyFleet, l’azienda ha in previsione di lanciare i suoi primi autobus che verranno alimentati con le celle a combustibile.

Così, in vista degli obiettivi della Comunità Europea di trovare delle soluzioni alternative all’uso del gasolio, l’azienda Flixbus ha deciso di muoversi in questa direzione.

Per tutte le società facenti parte del settore della mobilità, il processo di decarbonizzazione è una vera e propria sfida.

Così la FlixMobility, la società che collabora con il marchio FlixBus, ha deciso di partecipare a un progetto di ricerca chiamato HyFleet.

L’obiettivo è quello di introdurre veicoli alimentati con l’idrogeno entro il 2024.

Gli autobus della FlixBus sono stati pensati per garantire tragitti a lunga percorrenza e low cost.

FlixBus e il futuro a idrogeno verde germania

FlixBus e il futuro a idrogeno verde: il trasporto ecosostenibile

Gli autobus futuri della FlixBus avranno un sistema per le celle a combustibile e saranno ad alta prestazione. Questo tipo di motorizzazione è stata creata a partire dalla collaborazione con la ZF Friedrichshafen AG e la Freudenberg Fuel Cell e-Power Systems.

Grazie a questo progetto la FlixMobility vuole dare un contributo nella sostenibilità inerente al settore dei trasporti pubblici. Vuole così trovare delle soluzioni alternative che garantiscano la mobilità a zero emissioni, in particolare sui tragitti a lunga percorrenza. In questo progetto è coinvolta anche la ONG Atmosfair, che si occupa della tutela del clima.

I futuri autobus a idrogeno potranno offrire ai loro passeggeri una nuova alternativa di viaggio, che riesce a unire in maniera efficace economicità e sostenibilità. Questo è ciò che ha dichiarato anche l’amministratore delegato, nonché fondatore, della FlixMobility. Il suo nome è André Schwämmlein.

FlixBus e il futuro a idrogeno verde: investire sulle energie rinnovabili

Il progetto è stato approvato e ha avuto supporto anche da parte del Ministero Federale dei Trasporti e dell’Infrastruttura Digitale della Germania. Si affianca insieme ad altri progetti che la società ha deciso di mettere in campo al fine di utilizzare nuove fonti di energia rinnovabile.
Ecco che lo scorso luglio sono arrivati dei veicoli a biogas tra i bus di FlixBus. Hanno collaborato anche Scania e Iveco, oltre che le compagnie energetiche Gasum e OrangeGas. Nel 2018, in Francia e in Germania, erano già arrivati i mezzi a lunga percorrenza elettrici al 100%.
Nel 2020 sono stati introdotti i pannelli solari per la tratta Londra-Dortmund.

Idrogeno? Verde al 100%

Secondo quanto previsto dalla FlixMobility, sarà possibile realizzare dei tragitti a lunga percorrenza a zero emissioni solo grazie l’utilizzo dell’idrogeno verde. Questo si ricava direttamente da energie rinnovabili.
Questo genere di carburante è alternativo ed è molto competitivo sia a livello di autonomia che per i tempi di rifornimento.

Clicca qui per tornare alla Home!