Auto GPL: vantaggi e costi di installazione

Scopri tutto quello che c'è da sapere sulle auto GPL: quali sono i vantaggi economici e ambientali, quali i costi e come avviene l'installazione.

Risparmiare è ormai un imperativo categorico: se parliamo di automotive, uno dei modi per spendere meno è quello di scegliere un’auto dal motore particolarmente efficiente. Tra queste auto spiccano quelle con motore a Gpl, che stanno diventando sempre più popolari anche in Italia. Con questa guida, vogliamo aiutarti a capire se l’auto Gpl è adatta alle tue esigenze.

Quali sono i vantaggi?

La prima domanda da porsi è quali sono i vantaggi delle auto con motore a gpl. I vantaggi possono essere riassunti in tre tipologie:

  • risparmio economico:
  • minore impatto ambientale;
  • incentivi e agevolazioni;
  • autonomia

Risparmio economico

Uno dei principali vantaggi delle auto GPL è il risparmio sui costi del carburante. Il GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) è generalmente più economico rispetto alla benzina e al diesel. Il prezzo del GPL può essere fino al 50% inferiore rispetto alla benzina, consentendo ai proprietari di auto GPL di ridurre significativamente le spese di rifornimento.

Minore impatto ambientale

Queste automobili emettono meno CO2 rispetto ai veicoli a benzina o diesel tradizionali, e quindi contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale. Il GPL produce meno particolato e ossidi di azoto, che sono tra i principali inquinanti responsabili della cattiva qualità dell’aria nelle città. Optare per questo genere di propulsore è quindi una scelta ecologica che aiuta a migliorare la qualità dell’aria e a ridurre le emissioni di gas serra.

Incentivi e agevolazioni

In Italia, le auto GPL beneficiano di vari incentivi e agevolazioni fiscali. Alcune Regioni offrono sconti o esenzioni sul bollo auto per i veicoli a GPL, oltre alla possibilità di accedere alle zone a traffico limitato (ZTL) e ai parcheggi riservati nelle città. Inoltre, chi converte la propria auto a benzina a GPL può usufruire di contributi statali o regionali per coprire parte dei costi di installazione dell’impianto GPL. Con l’avvento delle auto elettriche, però, questo genere di agevolazioni si stanno spostando tutte su questo tipo di propulsore.

Autonomia maggiore

Le auto GPL sono spesso dotate di un doppio serbatoio, uno per la benzina e uno per il GPL. Questo consente di aumentare l’autonomia complessiva del veicolo, riducendo la necessità di frequenti rifornimenti. La possibilità di alternare tra benzina e GPL offre anche una maggiore flessibilità durante i lunghi viaggi, specialmente in aree dove le stazioni di servizio GPL potrebbero essere meno comuni.

La DR 3 è venduta anche con motore GPL

Leggi anche: Suv Gpl 2023: i migliori e i meno cari

Quanto costa?

Come per ogni auto, anche per le auto a Gpl bisogna considerare tante tipologie di costi che sono a carico del proprietario. Si va dal costo di acquisto al costo di conversione, passando per la manutenzione.

Costo per l’acquisto

Le auto GPL possono essere acquistate direttamente dalla casa automobilistica o convertite da auto a benzina. Le auto nuove dotate di impianto GPL di fabbrica tendono a costare circa 1.000-2.000 euro in più rispetto ai modelli a benzina equivalenti. Tuttavia, questo sovrapprezzo iniziale può essere rapidamente recuperato grazie al risparmio sul carburante e agli incentivi fiscali.

Costo di conversione

Se si decide di convertire un’auto a benzina già posseduta in un’auto a GPL, il costo dell’installazione di un impianto GPL varia generalmente tra 1.200 e 2.500 euro, a seconda del tipo di veicolo e del sistema GPL scelto. È importante rivolgersi a un installatore qualificato per garantire che l’impianto sia installato correttamente e in conformità con le normative vigenti. Esistono anche gli incentivi per questo genere di operazione.

Manutenzione e assicurazione

Le auto GPL richiedono una manutenzione specifica per garantire il corretto funzionamento del sistema GPL. I costi di manutenzione possono essere leggermente superiori rispetto ai veicoli a benzina, poiché è necessario effettuare controlli regolari dell’impianto e sostituire i filtri GPL. Tuttavia, bisogna sapere che l’assicurazione per le auto GPL non è generalmente più costosa rispetto alle auto a benzina, e in alcuni casi può essere addirittura più economica grazie agli incentivi ecologici.

Come si fa la conversione?

Se decidete di convertire la vostra auto al Gpl dovete prima di tutto scegliere un installatore qualificato che dovrà eseguire tutti i passaggi di installazione a regola d’arte. Dopo di che, via con il collaudo e l’omologazione.

Hyundai Bayon
Anche la Bayon ha in gamma un propulsore a GPL

Scegli bene l’installatore

La scelta di un installatore qualificato è cruciale per l’installazione di un impianto GPL. È importante rivolgersi a un’officina autorizzata e certificata per garantire che l’impianto sia installato in conformità con le normative di sicurezza. Un installatore esperto sarà in grado di consigliare il sistema GPL più adatto al veicolo e alle esigenze di guida del proprietario.

Processo di installazione

Il processo di installazione di un impianto GPL su un’auto a benzina comporta diversi passaggi chiave. Innanzitutto, viene installato un serbatoio GPL nel vano bagagli o sotto il veicolo, a seconda dello spazio disponibile. Successivamente, il sistema di alimentazione viene collegato al motore tramite iniettori GPL e un riduttore di pressione che converte il GPL dallo stato liquido a quello gassoso. Infine, viene installato un commutatore nel cruscotto per permettere al conducente di passare facilmente dall’alimentazione a benzina a quella GPL.

Collaudo e omologazione

Dopo l’installazione, l‘impianto GPL deve essere sottoposto a un collaudo per verificarne il corretto funzionamento e la sicurezza. Il veicolo viene quindi omologato con l’impianto GPL e la modifica viene registrata nel libretto di circolazione. Questo passaggio è essenziale per garantire che l’auto possa circolare legalmente su strada e usufruire degli incentivi e delle agevolazioni previste per i veicoli GPL.

Conviene considerare il Gpl?

Le auto Gpl rappresentano una soluzione economica ed ecologica per chi desidera ridurre i costi del carburante e l’impatto ambientale del proprio veicolo. Sebbene l’investimento iniziale per l’acquisto o la conversione possa essere superiore rispetto ai veicoli a benzina, i benefici a lungo termine in termini di risparmio e incentivi fiscali rendono le auto alimentata a Gpl una scelta intelligente. Assicurarsi di rivolgersi a professionisti qualificati per l’installazione e la manutenzione dell’impianto è fondamentale per garantire sicurezza e prestazioni ottimali.

Scegliere un’auto Gpl significa fare un passo verso una guida più sostenibile e conveniente, beneficiando al contempo di un’autonomia maggiore e di una flessibilità superiore rispetto ai veicoli tradizionali. Con questa guida, speriamo di aver fornito tutte le informazioni necessarie per prendere una decisione informata e consapevole.

Vuoi approfondire? Auto a GPL che consumano meno: modelli, prezzo, caratteristiche

Vota