Colonnine pubbliche attive in Italia: come e dove trovarle?

Ricaricare un'auto elettrica non è sempre facile, anche se esistono le colonnine pubbliche.
Colonnine pubbliche dove si trovano

In Italia sono presenti circa 26 mila stazioni di ricarica. chiamate anche colonnine pubbliche. Ecco dove si trovano, in percentuale, le colonnine pubbliche per ricaricare le auto elettrice (EV) sul territorio nazionale.

Colonnine pubbliche per ricaricare auto elettriche: app disponibili per la ricerca

Quando qualcuno pensa a comprare o noleggiare un’auto elettrica, uno dei dubbi principali che si pone è dove e come ricaricarla. A oggi ci sono diversi modi: tramite la presa di corrente domestica o la wallbox da installare in ufficio o direttamente a casa. In più, si possono caricare le vetture elettriche grazie alle colonnine presenti sul territorio italiano.

Ad oggi, però, in Italia c’è un problema: bisogna capire dove si trovano esattamente questi punti di ricarica per non rischiare di rimanere a piedi, magari durante una vacanza o un viaggio di lavoro. Secondo alcuni dati della Motu-E, aggiornati al 31 dicembre 2021, sono presenti in tutta Italia 26.024 punti di ricarica e 13.233 infrastrutture tra stazioni e colonnine pubbliche. Se si ha la necessità di individuare la loro posizione, è possibile installare sullo smartphone delle app dedicate a questo servizio come, ad esempio, la Enel X e la Next Charge. Queste applicazioni sono anche usufruibili via web.

Colonnine pubbliche in Italia ecco dove sono

 

Quali sono le colonnine pubbliche attive in Italia?

Come riportato poco più sopra, in Italia sono presenti più di 26 mila punti di ricarica e oltre 13.000 infrastrutture, tra stazioni e colonnine pubbliche. Il 79% di questi punti sono stati installati sul suolo pubblico, mentre il restante 21% si trova all’interno di un suolo privato ad uso pubblico. Un esempio sono i centri commerciali o i supermercati.

Rispetto il 2020, si è registrato un aumento dei punti di ricarica pari a +6.799. Sono cresciute di numero anche le infrastrutture di ricarica: +3.514 tra il 2020 e il 2021. Di tutte le strutture che si trovano sul territorio italiano, il 13% non può essere utilizzato da parte degli utenti finali. Questo perché, a oggi, ci sono stati degli impedimenti per questioni di autorizzazione. Anche se i punti di ricarica e le infrastrutture non sono presenti in maniera capillare in Italia, l’aumento del loro numero è sintomatico di una volontà ad espandere il mercato delle EV, le auto elettriche.

Qual è la potenza delle colonnine pubbliche in Italia?

Per quanto riguarda la potenza delle colonnine pubbliche, quasi tutte (il 94%) sono a corrente alternata. Soltanto il 6% è a corrente continua. E ancora:

  • il 17% dei punti di ricarica è caratterizzato da ricarica lenta e hanno una potenza che non raggiunge i 7 kW
  • 77% sono le colonnine a ricarica veloce in AC o accelerata, con una potenza che va dai 7 kW ai 43 kW.
    Il 4% poi è a ricarica fast in corrente DC
  • soltanto l’1% delle colonnine pubbliche ha potenza fino a 150 kW e un altro 1% supera il 150 kW.

Colonnine pubbliche: dove sono in Italia?

Ecco in che percentuale sono presenti le colonnine pubbliche sul nostro territorio nazionale. Nel Nord Italia sono presenti al 57%, mentre nel Centro ce ne sono al 23%. Il Sud e le Isole rappresentano l’area meno attrezzata, con il 20% di punti ricarica presenti. Il 34% si trova presso capoluoghi di provincia, mentre il 66% si trova negli altri comuni italiani.

La regione che presenta il numero maggiore di infrastrutture per la ricarica delle auto elettriche è la Lombardia, con i suoi 4.542 punti. Seguono poi Piemonte e Lazio, con il 10% per entrambe le regioni, il Veneto e l’Emilia-Romagna al 9% e la Toscana all’8%. Queste sei regioni hanno il 65% dei punti di ricarica rispetto la totalità del territorio. Per scoprire il punto più vicino a te, basterà andare su Google Maps o utilizzare le App dedicate a questa funzione.